La soluzione dell’esperimento della doppia fenditura.

La natura correlata è impalpabile – la tecnologia moderna è esplosiva. | Il segreto della luce di Walter Russell 

Fonte – Forza Aether

Da WRC , 19 gennaio 2017

WRC = Walter Russell Cosmologia
Escher moment = eventi di apparente dualità e realtà fuzzy

Introduzione :

L’esperimento Double Slit costituisce la pietra angolare della fisica quantistica. Ha generato la nascita di teorie strane e fantasiose; “Teoria delle stringhe”, “buchi neri” per citarne solo alcuni. Le assunzioni sono fatte durante la DSE e le inferenze di questi risultati sono state esageratamente esagerate a causa di un malinteso fondamentale di ciò che è nella visione chiara. La fisica quantistica è costruita su fondamenti di sabbia. Se la legge naturale “come sopra -so sotto” è vera, allora la fisica che descrive l’universo macro descrive anche l’universo micro / quantistico. Non ci può essere luogo dove un tipo di fisica finisce e un altro inizia!

La scienza ha frequentato uno spettacolo magico e visto, con i propri occhi, il mago ha visto l’assistente in due. Da allora sono venuti fuori da quel magico spettacolo e postulato, formulato e presentato i metodi e le tecniche utilizzate dal mago per ottenere le sue opere di chirurgia a macroistruzione.

Molte carriere prodigiose sono state scolpite promuovendo tali costrutti quando l’intera illusione è semplice da spiegare e una volta capita rende incredibile come la scienza sia stata facilmente ingannata.

Tuttavia, per la scienza generale, non esiste alcuna scusa per ignorare le prospettive alternative (Bohm, Arp) preferendo percorsi incompleti e illogici solo perché non sono conformi al paradigma attuale.

La scienza è anche ostacolata dall’architettura fratturata della comunità scientifica, la mano sinistra, non consapevole di ciò che fanno le mani giuste!

Questa nuova intuizione eviterà troppo il gergo scientifico e sarà presentato in modo che il laico possa giudicare i suoi pari esperti in una nuova luce!

Il lavoro di Walter Russell, Newton e Johann vonGoethe tiene le chiavi del trucco dei maghi.

Il seme per l’errata interpretazione dell’esperimento Double Slit si trova alla soglia del genio che è Newton. Il lavoro di Newton sul colore è stato solo metà cotto e poco viene concesso a Johann vonGoethe che è riuscito a mettere insieme una comprensione più completa della scienza del colore e più importante quella della percezione del colore. Newton credeva che il colore fosse situato all’interno di un raggio di luce bianca.Questo non è il caso come indicano il lavoro di Goethe e Russell.

Proposta:

WR insegna che viviamo in un universo elettrico che provoca un effetto percepito, attribuito ad una forza di gravitazione. Il concetto di gravità è nato ancora una volta perché la scienza è stata ingannata dal mago nella credente gravità è una forza in proprio. Se la scienza accettasse solo l’energia elettrica come forza fondamentale della natura, la comprensione dell’uomo del cosmo avrebbe compiuto un passo enorme.

La caratteristica fondamentale del WRC è che l’intero universo si manifesta tra due poli estremi, un’espressione polarizzata (anodo / catodo) della stessa Idea.

Goethe descriverà questo fenomeno come segue, ciò che abbiamo osservato come realtà di colori dipende da come interagiscono la luce e l’oscurità. Quando la dimensione / larghezza del raggio luminoso è piccolo, percepiamo i colori newtoniani, ma quando la dimensione del raggio luminoso è più ampia, percepiamo lo spettro Goethe.

Quando si guardano le tecniche impiegate da Newton e van Goethe per produrre i loro colori dello spettro, si dovrebbe trattare la porzione dove il colore appare come una fessura !!

Newton usò una fessura bianca, mentre Goethe usava una fessura nera. Quando il raggio luminoso è stretto, le interazioni luce / scura possono sanguinare per sostituire il raggio luminoso con un raggio colorato.Sembra che i colori erano in qualche modo nascosti all’interno del bianco. Allo stesso modo, quando i raggi neri sono stretti, una nuova serie di colori sanguina in questo periodo sostituendo il raggio nero con un altro spettro colorato. Ora sembra che questo nuovo spettro si nascondesse dentro il raggio nero!

Nell’esperimento sopra un rettangolo bianco / nero simmetrico viene utilizzato per simulare l’interfaccia tra una condizione bianca omogenea o una condizione bianca omogenea. WR insegna che non esiste una geometria di linea retta in questo universo di curvatura a spirale. L’esperimento dovrebbe essere riesaminato con un cono piuttosto che un rettangolo. La geometria conica effettivamente introduce un raggio sottile all’anodo di apice e un ampio raggio alla base catodica.

L’elettricità è la forza che spinge quei poli quanto più distanti possibile in contrapposizione alla legge di Coulomb. Percepiamo la luce che si dirige verso l’anodo come positivo, un protone. Ma l’espansione della luce verso il catodo si comporta al nostro sensing più come un elettrone. Non ci sono particelle di elettroni come tali. Non c’è posto tra l’anodo e il catodo in cui esistono elettroni perché il potenziale dell’ambiente cambia continuamente e il potenziale del vapore leggero cambia anche in conformità all’ambiente.L’espressione non è quindi mai statica abbastanza a lungo per essere una cosa o un’altra. Ecco perché l’uomo ha tanti nomi per ‘materia’. L’uomo pensa che la materia esiste per un tempo come espressione statica quando in realtà tutto il movimento è dinamico e cambia costantemente il suo potenziale per trovare l’equilibrio. Questo potere in continua evoluzione appare come un’identità diversa dagli strumenti dell’uomo.

Tutta la creazione, pertanto, si manifesta tra l’anodo compresso e il catodo dello spazio ampliato. Ciò che in realtà si manifesta dipende dalla posizione di quel corpo materiale tra l’anodo / catodo nello stesso modo in cui un canale radio è selezionato dalla sua posizione sul quadrante.

Suggerimento 2

La compressione di campi elettrici di potenziale all’anodo e l’espansione di questi campi al catodo è la ragione per cui ogni parte dell’universo ha una misura di polarità e che la distribuzione della polarità è responsabile della curvatura dello spazio, della lente ottica E tutto il movimento a spirale. Come osserviamo verso un anodo, percepiamo compressione, calore, luce, sole, materia e gravità. Quando si gira a 180 ° per osservare il catodo, percepiamo l’espansione, il freddo, il buio, lo spazio e i gas nebulosi.

WRC insegna che la polarità causa campi di onde coniche, il che a sua volta è il motivo per cui si verificano effetti di gravità in direzione dell’anodo e gli effetti radiativi nella direzione del catodo. La polarità dell’uomo è cilindrica e statica mentre quella del WR è conica e respira.

Un osservatore sperimenterà di comprimere gli effetti gravitazionali quando si osserva in direzione dell’anodo, ma un osservatore che osserva in direzione del catodo sperimenterà effetti radiativi di espansione.

I campi di onde coniche di potenziale curvo esistono nella parte principale con il mozzo centrale e il bordo esterno nello stesso piano e la curvatura viene espressa in senso radiale. È questa distribuzione differenziale di potenziale in una densità variabile continuamente tra il mozzo di anodo e il bordo catodico che crea un effetto ottico bidirezionale di lensing. Inoltre, teniamo a percepire il movimento apex centripetale come particelle di materia e il movimento di coniugazione centrifuga come onde. Se un determinato movimento sia un’onda o una particella dipende da dove si è verificata l’osservazione.

Per scrivere questo in termini di JvG, quando guardiamo verso l’anodo, percepiamo la realtà contro uno sfondo bianco. Quando guardiamo verso il catodo dello spazio, osserviamo la nostra realtà percepita contro uno sfondo nero.

L’esperimento in vetro traslucido di Goethe mostra chiaramente questo effetto. La traslucenza del vetro non cambia, ma la nostra percezione del colore cambia a seconda se il vetro viene osservato con uno sfondo bianco (giallo) o con uno sfondo nero (blu).

Nell’immagine sopra, è la nostra percezione che “riempie” il colore magenta. Non esiste un colore magenta affatto, solo un’ombra grigia.

Poiché il cono è illuminato con una luce verde, l’elaborazione all’interno del cervello genera un colore verde, che è magenta.

WRC insegna che viviamo in un universo creato da flussi di luce opposti. Movimento centripetale che corre dal cerchio verso il mozzo e movimento centrifugo, che si espande dal mozzo verso il bordo. Questo movimento radiale è evidente in tutta la natura.

Questi flussi incontrano una maggiore resistenza opposta all’anodo dove i canali di forza elettrica sono compressi in volumi molto piccoli.

Questa condizione compressa è il motivo per cui percepiamo la materia e la forma. Stiamo sensando l’anodo. È questa stessa resistenza che provoca la luce bianca da apparire dal vuoto. Ricorda che la luce nel fisico è invisibile e diventa visibile solo quando incontra una resistenza. Maggiore è la resistenza al buio che vediamo i colori.

Quando questi stessi canali di forza elettrica hanno avuto la possibilità di espandersi in canali molto più aperti e più ampi, allora percepiamo questa condizione come fredda e spaziale.

La nostra percezione di ciò che osserviamo è basata sul nostro orientamento all’interno del campo elettrico che ci troviamo. Siamo osservatori nell’esperimento della Creazione. Non possiamo osservare l’esperimento di Creazione dall’esterno, ma non possiamo estrapolare la nostra comprensione del tutto con le nostre osservazioni miopiche dell’interno.

L’anodo / catodo sono 180 ° opposti, desiderosi di estendersi in direzioni opposte. Quando vediamo verso l’anodo, allora il catodo è direttamente dietro la schiena. Quando vediamo verso il catodo, allora l’anodo è direttamente dietro la schiena. Sia che percepisca la materia o lo spazio può essere semplicemente un orientamento polarizzato.

Suggerimento 3

Un raggio bianco contro uno sfondo nero Vista del catodo

 

Le origini del “Green Ray” al tramonto diventano ovvie.

Newton ha scoperto che il colore “verde” apparve fuori dal nulla apparente come la luce divisa rosso e blu erano uniti. Era l’interazione del rosso con il blu che ha dato origine a verde. L’immagine dello spettro di Newton è stata formata con un rettangolo bianco su sfondo nero.

Quando questo rettangolo bianco era grande, il verde non si formò, ma quando il rettangolo bianco era stretto, le luci opposte di Cyan / Yellow potrebbero fondersi e dare origine a verde. Lo sfondo nero funge da sfondo dello spazio e percepisce la compressione nell’area bianca circondata da una distesa di spazio.

I colori derivanti dall’esperimento di Newton possono ora essere descritti come un fenomeno osservato quando si guarda verso CATHODE. Quando il raggio bianco è sottile, allora la nostra percezione è che uno spettro colorato sostituisca quella luce bianca. Ciò si manifesterà come una “realtà” dinamica.

Questa disposizione di Newton dovrebbe essere vista come una fessura bianca su uno sfondo posteriore.

Goethe, d’altra parte, mentre era consapevole delle opere di Newton osservava il suo spettro di colore osservando in direzione dell’ANODE. Lo sfondo bianco agisce come sfondo di un sole, apparentemente compresso verso l’interno verso un punto focale, mentre la striscia nera viene percepita come un “buco” di spazio in espansione. Questa idea di un foro proviene dalla prospettiva WR. Goethe d’altra parte descriverebbe questo buco come luce scura.

Un raggio nero contro uno sfondo bianco Vista anodica

 

Questa analogia si adatta perfettamente agli insegnamenti di WR, che dice che tutta la materia torna nello spazio espandendo dall’interno verso l’esterno. Le sfere sono annoiate dallo spazio per diventare toroidi, espandendosi ulteriormente verso gli anelli, finalmente diventando spazio stesso, prima di invertire e riprendere nuovamente il ciclo di compressione in senso inverso.

Ma, qualcosa di molto fondamentale si verifica quando si guardano gli spettri contro uno sfondo bianco contro uno sfondo nero. Questa disposizione di Goethe dovrebbe essere vista come una fessura nera su uno sfondo bianco.

Il motivo magenta si manifesta perché la sequenza di colori di Newton viene invertita in modo tale che l’azzurro / ciano sia spostato verso il basso, mentre il rosso / giallo viene spostato verso l’alto. Così, invece di fusione ciano / giallo per dare verde, rosso / blu si uniscono ora per dare vita a magenta.

Insomma, se guardiamo all’anodo, percepiamo magenta (nella striscia nera), ma quando ci giardiamo e guardiamo in direzione del catodo, percepiamo il verde nella striscia bianca. Questa inversione è un passo importante per comprendere l’illusione della DSE.

I dettagli dell’esperimento Double Slit sono descritti nel video di cui sopra. Basti qui per dire, applicerò le osservazioni di cui sopra per rispondere alle seguenti osservazioni percepite della DSE:

  • Perché le particelle di elettroni che passano attraverso una singola fessura formano un unico pattern a banda
  • Perché le particelle che passano attraverso una doppia fessura da un modello di interferenza si comportano come un’onda piuttosto che particelle
  • Come l’osservatore interferisce con le osservazioni percepite
  • Come viene fatto il trucco del mago per ingannare il nostro sensing

Quando la DSE viene eseguita solo con una sola fessura, dobbiamo stare attenti al nostro orientamento spaziale. Per fare ciò, dobbiamo guardare da vicino il gruppo di fessura stessa. In secondo luogo, faremo riferimento ad una particella di elettroni o ad un’onda elettronica come semplicemente leggera e trattare il transito attraverso l’assieme di fessura esattamente come Newton / Goethe avrebbe fatto nei loro esperimenti ottici.

La fessura singola (DSE) si comporta esattamente come la barra bianca Newtoniana su sfondo nero. La singola fessura rende la nostra percezione orientata verso il CATHODE. Percepire la striscia bianca come se si sta espandendo nell’oscurità esterna.

La curvatura omnicomprensiva dello spazio, che non può essere rimossa dall’apparecchio sperimentale di DSE, provoca una rifrazione del fascio luminoso proiettato e l’interazione risultante (ciano / giallo) alla fessura crea l’effetto “verde” osservato come un modello a banda singola.

Questa sottile fessura è analoga al raggio sottile di luce bianca, e in quanto tali i vapori refrattari che passano attraverso la fenditura possono sanguinare / fondersi da un lato della fessura all’altra, esattamente nello stesso modo che Newton ha prodotto il suo spettro colorato. Si può pensare all’emersione del verde nella disposizione di Newton come analoga alla manifestazione del pattern foderato osservato nella DSE.

Quando la stessa fascio di luce è ora passata attraverso la doppia fessura, si verifica una semplice inversione di percezione. Quando Goethe osservava la sua ruota a colori, era orientato verso l’anodo. La soluzione per comprendere la DSE non sta pensando alla DSE come aggiunta di una fenditura piuttosto che dovrebbe essere considerata come la fessura singola originale suddivisa in DUE con l’aggiunta di un ponte.Le dimensioni della fessura originale sono ancora presenti, è stata appena divisa. Questa semplice aggiunta di un ponte diviso (che sembra l’aggiunta di una seconda fessura invertisce la nostra percezione proprio come ha scoperto Goethe.

In altre parole, pensando piuttosto che una seconda fessura è stata aggiunta, pensa che la fessura originale sia stata divisa in due. Questa grande differenza ora è che, piuttosto che percepire una fessura (bar bianca) su uno sfondo nero, la divisione ora sembra essere una fessura nera su uno sfondo bianco !!!!!

Doppia fessura si comporta come un raggio nero su uno sfondo bianco NON due raggi bianchi su sfondo nero!

La luce che entra nella doppia fessura non cambia in alcun modo. Non si passa dalla particella in un’onda di strano modo quantico, ma la nostra percezione di ciò che sta accadendo cambia veramente mentre processiamo questa nuova situazione come inversione dell’orientamento originale.

Quindi, piuttosto che guardare verso il catodo stiamo ora guardando verso l’anodo, un divisorio nero su uno sfondo bianco. Il lato destro dell’immagine sopra mostra questo effetto come una vista ingrandita. Questa è la prospettiva di Goethe. Questo ponte divisorio entra nel modo della nostra percezione originale e di conseguenza la nostra funzione di elaborazione del cervello inverte.

La luce che entra nella doppia fessura interagisce in modo tale che piuttosto che la fusione ciano / gialla al verde, percepiamo magenta rosso / blu nascita. Percepire un effetto di compressione della striscia nera dall’anodo esterno. L’aggiunta di un semplice ponte ha un enorme effetto sulla nostra percezione.

L’esperimento Double Slit dovrebbe essere rinominato “Experiment Bridge of Perception”.

Quando posizioniamo un dispositivo di rilevamento (contatore Geiger) per monitorare le fessure che attraversano la particella, i dispositivi di monitoraggio sono orientati guardando indietro verso il CATHODE.Quindi, il Geiger percepisce la polarità inversa all’osservatore dall’altra parte della fenditura. L’attuale assetto di fessura è l’equatore di divisione della percezione della polarità.

Questo è il motivo per cui il contatore Geiger percepisce ‘particelle’. È orientato a guardare l’anodo, il luogo di potenziale accumulato.

Il mago ha progettato il flip della polarità nella fessura / ponte in modo che, a prescindere da quale lato dell’assemblea che si sta accendendo, percepirà la polarità opposta opposta di un osservatore sul lato opposto, proprio come un volto di orologio legge 3 o ‘Orologio a uno ma alle 9 alle prospettive opposte.

Ancor più importante che una risoluzione della DSE, questa nuova conoscenza va molto di più.

WRC insegna che questo universo di forma e solidità apparente è un’illusione. WR insegna che questa illusione è creata dal modo in cui i flussi di luce opposti interagiscono. Quei flussi opposti si espandono centrifugalmente dagli anodi del mozzo ai catodi del cerchio e da centripetale dai catodi del cerchio agli anodi del mozzo.

Le loro interazioni producono l’ESTRATTO SAME EFFECT come piazzare una striscia nera (ponte) su uno sfondo bianco, che inverte la nostra polarità percepita. Questo crea l’illusione del movimento come segue,

Tutta la nostra realtà percepita è creata dalle interazioni delle luci opposte che causano una polarità tremolante. La nostra percezione è costantemente Lampeggiante in risposta simpatica e un’immagine in movimento simulata viene creata sulla INSIDE creando l’illusione di un’immagine in movimento sul OUTSIDE.

Il trucco del mago ultimo!

SOURCE: http://walter-russell.com/double-slit-experiment/

Precedente Esperimento quantistico per verificare se la coscienza umana è al di là del mondo fisico Successivo La fisica incontra lo spirito